La clinica

La scuola Asfom riserva due aule per l’ attività di clinica Osteopatica. In totale si svolgeranno n. 50 ore per anno di corso a partire dal quarto fino al quinto.

Nei primi tre anni, lo studente svolgerà una pratica clinica di tipo osservazionale, mentre nei successivi due, la pratica clinica sarà direttamente sul paziente con la supervisione di un tutor diplomato in osteopatia di elevato livello professionale.

Ciò permetterà al corsista di terminare il suo percorso formativo con almeno 150 ore di pratica clinica che gli permetteranno di acquisire le competenze necessarie per poter operare a pieno titolo nel mondo del lavoro.
 
 
Come avviene una visita osteopatica?
 
Valutazione
La valutazione osteopatica si articola in 4 momenti ben precisi che consentono all’osteopata di inquadrare lo stato di salute della persona.
Raccolta informazioni relative ai disturbi del paziente
Eventuale lettura di referti medici relativi ad esami strumentali o di laboratorio
Esame strutturale
Esame Funzionale (valutazione dell’osteopata)
Al termine della valutazione si programma il piano di trattamento
 
1. Raccolta informazioni relative ai disturbi del paziente:
La visita osteopatica inizia con un colloquio con il paziente durante il quale l’osteopata andrà ad indagare la suastoria clinica.
Dolori frequenti
Dolori saltuari
Persistenza dei dolori
Descrizione dei dolori
Localizzazione dei dolori
Acutizzazioni dei dolori nell’arco della giornata
Eventi traumatici recenti e remoti (incidenti stradali, cadute, contusioni, fratture, distorsioni, lussazioni, strappi, ecc.)
Interventi chirurgici
 
2. Referti medici ed Esiti di esami strumentali o di laboratorio
Referti di visite mediche precedenti ed esami diagnostici sono strumenti molto utili che consentono all’osteopata di avere un quadro più completo dello stato di salute del paziente per questo, al momento della valutazione osteopatica,è importante ricordarsi di portare tutta la documentazione medica di cui si è in possesso. In particolare potrebbero interessare all’osteopata:
Visite oculistiche
Esiti di visite specialistiche
RX
R.M.
T.A.C.
Ecografie
Elettromiografie
Scintigrafie
E.C.G.
M.O.C.
Esami Ematici
 
Dopo il colloquio iniziale, si passa alla visita vera e propria. L’osteopata esegue una valutazione del paziente dapprima chiedendo di mettersi in piedi ed eseguire semplici movimenti, poi facendo sdraiare la persona su un lettino ed effettuando una valutazione manuale. In questo modo l’osteopata ha la possibilità di eseguire un esame strutturale e un esame funzionale.
 
3. Esame strutturale:
Valutazione della postura
Valutazione della forma e TEST di mobilità della colonna vertebrale
Valutazione delle articolazioni in relazione a restrizioni di movimento e/o di dolore durante il movimento
Valutazione della qualità, ovvero dello stato di salute dei tessuti
La densità di muscoli, tendini e legamenti, può evidenziare un problema
 
4. Esame funzionale:
Valutazione pratica dell’OSTEOPATA attraverso TEST di mobilità
Esame Palpatorio
 
A questo punto la valutazione è terminata. L’osteopata si preoccuperà, quindi, di spiegare in modo semplice al paziente cose è emerso durante la visita e illustrare quale dovrebbe essere, secondo la propria valutazione, il piano di trattamento più adeguato nello specifico caso.
 
 
PRENOTAZIONI
Se vuoi prenotare una visita o un trattamento osteopatico contatta la nostra scuola al numero 3451720900 o contattaci inviando una e-mail a segreteria@asfom.it
Date disponibili:  6-7 Maggio 2016

SEDE DELLA CLINICA
ASFOM accademia di Osteopatia Valenzano
Via Casamassima Km.3
Tecnopolis Parco Scientifico Tecnologico
EDIFICIO E
70010 Valenzano (BA)
Per ulteriori informazioni riguardanti la sede Clicca qui

Condividi su: